SPA nella Napoli storica: come gli antichi romani si godevano le terme

Terme a Napoli

Terme a Napoli

Ads

Dal momento che il clima si è raffreddato, è il momento perfetto per riscaldarsi e rilassarsi in una SPA. E Napoli è la città giusta per questo, famosa sin dai tempi antichi per le capacità curative e il relax delle terme. Gli antichi romani comprendevano il valore medico di una SPA, o come in italiano – Terme, dal V secolo a.C. sono stati i primi a utilizzare speciali tecnologie di architettura e ingegneria che hanno creato sistemi di riscaldamento / raffreddamento o addirittura cicli di guarigione, ancora utilizzati fino ad oggi.

L’abitudine delle terme per gli antichi romani

I romani erano innamorati delle Terme. Godevano del loro tempo libero mentre si rilassavano, giocando ai giochi da tavolo, incontrando amici o, talvolta, anche facendo affari nella SPA. Di solito i romani venivano a fare il bagno nel pomeriggio, dopo aver chiuso i negozi, e restavano per poche ore, lasciando la SPA poco prima dell’ora di cena. L’uso delle Terme era accessibile per ogni classe sociale. Il biglietto d’ingresso costava tanto quanto un bicchiere di vino. I bagni per gli uomini e le donne erano separati. I bagni delle donne erano più piccoli, a volte meno decorati; o, quando le terme non erano divise, avevano orari di visita diversi per uomini e donne. Gli schiavi si prendevano cura dei clienti, li servivano, facevano una sorta di peeling, mettendo oli profumati sui muscoli, effettuando massaggi. Oltre a questi piaceri gli schiavi offrivano anche un servizio più intimo, illegale nel territorio delle Terme, ma praticato comunque.

In realtà, nelle antiche città romane come Napoli o Pompei solo poche persone più ricche avevano pozzi personali nelle loro case. Le classi più povere dovevano portare l’acqua dalle fontane pubbliche ogni giorno ai loro negozi, a casa, o anche a usarla come acqua potabile. Ciò significava che le persone dovevano semplicemente usare i bagni pubblici per curare la loro igiene personale, facendo della visita in una SPA la loro routine quotidiana.

Come funzionavano le terme ai tempi dell’antica Roma

Tutte le Terme erano basate, più o meno, sullo stesso principio. Un tempo era diviso in tre parti: frigidarium – la stanza della temperatura fredda, a volte condividendo il territorio con l'”apodyterium” del camerino; accanto al frigitarium c’era il tiepidarium, lo spazio a media temperatura, e da lì la stanza accanto – il calidarium – dove si trovavano i bagni caldi. I sistemi di riscaldamento e raffreddamento usati allora erano grandi invenzioni. Al fine di mantenere il calore, i bagni di calidarium erano a due piani e riscaldati dal fondo. Il vapore caldo scorreva attraverso gli interspazi, attraverso i sistemi di tubazioni in terracotta che riscaldavano il pavimento e le pareti. Per mantenere temperature più fresche o far circolare la stessa temperatura nella SPA, nelle grondaie intorno alla vasca da bagno, circolava acqua fredda. Alcune Terme di Napoli ancora funzionano secondo i vecchi metodi.

Terme naturali e aree vulcaniche a Napoli

Il territorio di Napoli è vulcanico, qui ancora accade il bradisismo (che deriva dalle parole greche antiche “bradus”, che significa “lento” e “sismo” che significa movimento), fenomeno estremamente raro – sollevamento e cedimento della superficie terrestre. Qui, nel territorio dei Campi Flegrei (Campi Flegrei), migliaia di anni fa c’erano molti vulcani, molto più grandi e pericolosi del Vesuvio. Dopo che questi vulcani eruttarono, di conseguenza le buone acque minerali cominciarono a fluire dal sottosuolo come sorgenti naturali sottoforma di acqua calda o fredda, creando un ambiente perfetto per una SPA naturale. Ecco perché, in italiano, i bagni pubblici si chiamano Terme, che tradotto dal greco antico significa temperatura, che descrive la temperatura di queste acque; e più tardi prende il nome di SPA, abbreviazione che deriva dal latino “sanare per aquam” che significa “guarire attraverso l’acqua”.

Secondo gli antichi romani, il passaggio dal caldo al freddo purificava e rinvigoriva il corpo. Ma il rapido cambiamento della temperatura era anche un grosso shock per un corpo umano. Ciò causava mezza sordità o improvvisi attacchi di cuore, ma allora nessuno capiva che fosse a causa delle regolari visite alle Terme. Per non parlare del fatto che il pavimento era molto scivoloso e provocava gravi ferite. Se solo gli antichi romani avessero saputo degli infradito!

Si pensava che il corpo pulito portasse un’anima sana. E per alcuni aspetti era vero. Già dal V secolo a.C. si sapeva che le Terme avessero un’incredibile capacità di alleviare i dolori muscolari e articolari o addirittura di curare alcune malattie della pelle. L’acqua, nel territorio di Napoli, è ricca di minerali e usare le Terme nel modo giusto può aiutare a calmare alcuni disturbi. Qui potete trovare le terme che lavorano con questi vecchi metodi ad Agnano, Bacoli, Baia, Pozzuoli, o in una delle famosissime SPA dell’isola di Ischia.Sicuramente i romani sapevano come godersi la vita e una delle loro più grandi invenzioni è proprio le Terme. Quindi, vieni a provare questa meravigliosa invenzione, Visit Naples e rilassati alla SPA!

Ads

Cosa ne pensi?

Scrivilo in un commento