Finestrella a Marechiaro

Finestrella a Marechiaro

Ads

Visitare Napoli significa non solo catturare le sue bellezze, ma anche entrare in contatto con il suo lato nascosto, con il suo ‘cuore’. Il che significa che ci sono molti posti pieni di segreti che vale la pena descrivere. Uno di questi è Marechiaro, una piccola baia situata a Posillipo, famosa per la sua ‘fenestrella’.

Uno scenario romantico

La romantica atmosfera che è possibile respirare una volta arrivati a Marechiaro (sopratutto di sera, con il suono del mare, le stelle e la luna) è dovuta anche alla presenza di questa piccola finesra sotto la quale vi è un’inscrizione con alcuni versi. Questa finestra in napoletano è conosciuta come la ‘Fenestrella’, ed è nota per aver ispirato i versi di un’antica canzone Napoletana, che sono stati riportati in questa inscrizione. Lungo la strada, molti ristoranti e bar dove potete tranquillamente trascorrere del tempo con il vostro partner.

La canzone ispirata dalla ‘Fenestrella’

All’interno degli archivi della canzone classica napoletana, il compositore napoletano Salvatore Di Giacomo ancora detiene il primato, con la sua Marechiare: è la storia di un uomo che, trovandosi sotto la ‘Fenestrella’, chiama il suo amore, una ndonna nascosta dietro di essa, il cui nome è Carulì. La canzone racconta l’esperienza di un uomo che si trova di fronte alle bellezze naturali: la sua forza evocativa dà la sensazione di trovarsi proprio lì in quel momento ed è stata scritta nel 1885.  Ancora oggi, sul balcone, c’è un bellissimo garofano rosso, simbolo di quell’amore incondizionato, con cui il compositore speranzosamente ha cercato di vedere la sua donna affacciarsi alla ‘Fenestrella’. Con il passare del tempo, il piccolo borgo di Marechiaro divenne famoso per il suo successo tra le star di Hollywood, sopratuttto negli anni ’60: la ‘Fenestrella’, infatti, divenne il simbolo della ‘dolce vita’ italiana, oltre al caratteristico ‘Scoglione’, che si trova nel mare. La ‘Finestrella’ fu inoltre ripresa in un film del 1914, intitolato: “A Marechiaro ‘nce stà ‘na finestra”, che diede a questo fantastico panorama il meritato successo. Quindi, se siete curiosi di sapere se “anche i pesci fanno l’amore”, non potete far altro che recarvici e leggere i versi scritto al di sotto di essa.

Ads

Chiara De Filippo

Appassionata di viaggi, musica e libri, la scrittura è sempre stata una fonte di ispirazione. Laureata in lingue, nel 2015 ha pubblicato la sua prima traduzione letteraria dall’inglese all’italiano del romanzo ‘Alice Underground’, per la casa editrice Montecovello.

Cosa ne pensi?

Scrivilo in un commento