Body shape tour in forma con il cuoppo

Body shape tour in forma con il cuoppo

Ads

Il cuoppo assaggiare dovrai se Napoli davvero conoscere vorrai, direbbe il maestro Yoda in un ipotetico Star Wars ambientato a Napoli.

a bruciare le calorie del cuoppo. Se hai letto l’articolo precedente sulla pizza fritta, sai già che si tratta di un percorso studiato per te che ami stare in forma senza rinunciare al buon cibo, soprattutto quando visiti posti nuovi.

Ecco i vantaggi che puoi ottenere seguendo questa guida 

  • puoi gustare il cuoppo e allo stesso tempo passeggiare per Napoli;
  • camminare è la migliore attività per bruciare calorie;
  • il body shape tour ti aiuta a rilassare anche la mente.

Che cos’è il cuoppo?

Il cuoppo è un cartoccio di forma conica che contiene fritto misto con zeppole, crocché, verdure in pastella, arancini, frittatine, pesce fritto e altre fritture tipiche.

Lo street food divaga un po’ ovunque, ma a Napoli ha un sapore diverso perché ogni ricetta è strettamente collegata al popolo.

Il packaging singolare del cuoppo ha una lunga tradizione diffusa già tra fine Ottocento e inizio Novecento, tanto da essere citato in un passo del Ventre di Napoli di Matilde Serao. La scrittrice narra di friggitori ambulanti che, per appena un soldo, offrivano un cartoccio con pesciolini fritti, panzarotti e altre piccole fritture; i napoletani preferivano il cuoppo a otto, ovvero un cuoppo acquistato con un debito da saldare entro otto giorni.

Passione di Sofì è il posto ideale per mangiare il cuoppo. Con appena 5 euro puoi scegliere tra: un appetitoso mix di pesce, un gustoso mix di mare o un mix di mare e di terra.

Chissà, forse, boccone dopo boccone, ti sembrerà di tornare indietro nel tempo e di vedere il friggitore mettere il cuoppo nei panieri di paglia delle donne affacciate al balcone, immaginerai piccoli scugnizzi che corrono a lavarsi le mani per mangiare una frittatina e ti innamorerai perdutamente della colorata e misteriosa Napoli.

Anche tu, che ti alleni ogni giorno per scolpire addominali e glutei, puoi provare questo street food perché Napoli è così ricca di percorsi alternativi che riuscirai a lasciare il cibo tipico nei tuoi ricordi (per esempio con l’hastag #cuoppo) e non sulla bilancia.

Un altro motivo per provare il cuoppo? Ti permette di farti un selfie mentre lo mangi perché puoi tenerlo in una mano sola.

A questo punto, ti ricordo che cosa ti occorre per il cuoppo body shape tour:

  • scarpe comode e abiti leggeri;
  • protezione solare;
  • un cappellino;
  • una bottiglia d’acqua o una borraccia;
  • un contapassi.

Ora, è giunto il momento di conoscere le tappe del cuoppo body shape tour!

Via Toledo –  Piazza del Plebiscito

via-toledo-napoli

Il body shape tour che ti propongo parte da via Toledo, dove puoi deliziarti con il cuoppo della Passione di Sofì. Panzarotto dopo panzarotto, zeppola dopo zeppola, passeggiando per questa strada ti sembrerà ti tornare indietro nel tempo.

Ti accorgerai che proprio accanto a te c’è il Palazzo Barbaja, il cui nome deriva dal proprietario e impresario teatrale Domenico Barbaja e che, oggi, si ricorda per essere stato residenza di Gioacchino Rossini, il quale, durante un soggiorno a Napoli, compose l’Otello.

Mentre continuerai a passeggiare sgranocchiando le fritturine del tuo cuoppo, alzerai lo sguardo per ammirare Palazzo Berio, noto per i seguenti motivi:

  • nel 1833, Giacomo Leopardi e Antonio Ranieri hanno alloggiato in una delle stanze;
  • il Sarto Domenico Farjasse;
  • il famoso parrucchiere Monsieur Raison.

Prosegui per Piazza Trieste e Trento e raggiungi Piazza del Plebiscito dove potrai ammirare:

  • il Palazzo Reale;
  • la Chiesa di San Francesco di Paola.

Via Santa Lucia – Castel dell’ Ovo

Castel dell'Ovo

Da Piazza del Plebiscito, svolta in via Cesario Console e gira a destra verso Via Santa Lucia, strada che Matilde Serao descriveva come un luogo pittoresco proprietà di marinai, pescatori e delle loro mogli, che cucinavano polipo e peperoni fritti e vendevano acqua sulfurea in strada.

Proseguendo dritto per via Santa Lucia, proprio di fronte a te troverai Castel dell’ Ovo. All’interno ti aspetta un lieve percorso in salita con qualche scalino, perfetto per bruciare calorie e tonificare gambe e glutei.

Prosegui fino in cima al castello e goditi il meraviglioso panorama.

Ads

Via Chiatamone – Via Bausan

Galleria Vittoria
Attraversa Piazza dei Martiri e prendi via Carlo Poerio.  Prosegui dritto fino alla splendida Piazza San Pasquale, continua verso la Riviera di Chiaia, vai dritto e svolta a destra verso via Bausan.

(Potevi continuare per piazza San Pasquale, ma via Bausan termina con una scalinata. L’ideale per te te che hai voglia di tenerti in forma anche in vacanza).

Via Vittoria Colonna – Piazza San Pasquale

Pan - Palazzo delle Arti di Napoli

Percorri la scalinata di Via Bausan e ti troverai su via Vittoria Colonna. Proseguendo sulla destra, puoi ammirare la caratteristica chiesetta di Santa Teresa. Esattamente di fronte, invece, c’è una discesa che ti conduce a Piazza S. Pasquale, mentre se vai dritto puoi visitare il PAN, un museo di arte contemporanea, spesso a ingresso gratuito e con diverse scalinate, perfette per fare un po’ di moto.

Visita il museo oppure prosegui per Piazza San Pasquale, dove troverai qualche panchina per riposarti e programmare le tue prossime attività da fare a Napoli, per esempio scoprire i luoghi misteriosi di questa affascinante città come il cimitero delle fontanelle.

Infine, ti elenco qualche suggerimento utile per il tuo body shape tour:

  • alterna camminata veloce a camminata lenta;
  • se puoi, contrai addome e glutei mentre cammini (naturalmente, non mentre mangi il cuoppo);

Come direbbe il maestro Yoda: bruciare calorie o non bruciare calorie, non c’è provare.

Ads

Cosa ne pensi?

Scrivilo in un commento