Le strade dei Presepi di Napoli: S.Gregorio Armeno e S.Biagio dei Librai

Ads

Il più magico ed incantevole periodo dell’anno è arrivato, e la città di Napoli non poteva sicuramente essere impreparata ad accogliere l’enorme quantità di turisti che vengono a visitare e respirare questa atmosfera particolare. Per questo motivo, vogliamo suggerirvi di fare una passeggiata attorno a quelle che sono conosciute come le strade Natalizie di Napoli: S.Gregorio Armeno S.Biagio dei Librai.

S.Gregorio Armeno: la strada dei pastori

Meglio conosciuta come ‘la strada dei pastori’, S.Gregorio Armeno è una lunga strada al centro storico che collega perpendicolarmente i due decumani che una volta erano le due vie principali dell’antica città Greca: via dei Tribunali via S.Biagio dei Librai. In essa (e non solo durante il periodo natalizio) è possibile entrare in contatto con la tradizionale arte presepiale, tipica di questa città, ed anche con le parodie di personaggi famosi sia del presente che del passato. Ma quando ha avuto inizio questa tradizione? Se vogliamo tracciarne un pò di storia, dobbiamo pensare che essa venne fuori nel XIII secolo, quando S.Francesco fece una rappresentazione della Natività con delle statuette. A Napoli, divenne famosa intorno al XVII secolo, grazie ad alcuni aristocratici che iniziarono a creare alcune rappresentazioni personali della Natività, non solo per motivi religiosi, ma anche come motivo di vanto: infatti, tutti i migliori artisti ed artigiani furono coinvolti nel realizzare il presepe più scenica che si fosse mai vista. In questo modo il Presepe divenne qualcosa di molto più artistico, influenzato dallo stile Barocco dell’epoca e molte strade del centro storico divennero centri di esposizione per tutti questi artisti, rendendo, così, S.Gregorio Armeno il simbolo del Presepe Napoletano. 

 

S.Biagio dei Librai: benvenuti a ‘Spaccanapoli’

‘Giù Napoli’, o ‘Spaccanapoli’: questo è l’altro nome di S.Biagio dei Librai, la strada che parte da S.Gregorio Armeno e che taglia la città. Come il suo nome suggerisce, questa strada è innanzitutto nota per il commercio dei libri, oltre che per le bancarelle dell’antico artigianato. Ma essa è anche conosciuta come la strada dell’ artigianato Napoletano, dove tutti possono dare un’occhiata ed ammirare oggetti in ceramica, legno, piuma e vetro. Come già detto, durante il periodo Natalizio, essa rappresenta la seconda via importante per lo shopping natalizio: come in S.Gregorio Armeno, anche in S.Biagio dei Librai è possibile fare una passeggiata tra le bancarelle degli addobbi natalizi, le antiche pasticcerie napoletane e le botteghe degli artigiani che espongono i loro lavori: pastori e presepi fatti a mano. Dunque, come parte del tragitto che parte da piazza Dante S.Gregorio Armeno, questa strada permette al visitatore di immergersi in un’atmosfera magica, fatta di luci, odori e suoni con cui egli non potrà tornare a casa tanto facilmente.

Ads

Chiara De Filippo

Appassionata di viaggi, musica e libri, la scrittura è sempre stata una fonte di ispirazione. Laureata in lingue, nel 2015 ha pubblicato la sua prima traduzione letteraria dall’inglese all’italiano del romanzo ‘Alice Underground’, per la casa editrice Montecovello.

Cosa ne pensi?

Scrivilo in un commento