5 animali fantastici napoletani e dove trovarli

5 animali fantastici napoletani e dove trovarli

Ads

Napoli è una città dalla tradizione millenaria, fondata nel VIII secolo a.C. dai cumani. Epoca dopo epoca miti e leggende si sono affollati tra le mura cittadine entrando nella quotidianità dei suoi abitanti. Strane apparizioni, entità burlone, spiriti malvagi, di questo ed altro si parla a Napoli. Ecco la lista di 5 animali fantastici napoletani e dove trovarli.

 

5 – Sirene

Partenope, particolare della Fontana della Sirena in Piazza Sannazzaro.

Napoli covo di sirene. Secondo la tradizione, in epoca antica le sirene dimoravano in prossimità dell’isola di Capri. Queste bellissime creature sovrannaturali, metà donne e metà pesci, incantavano i marinai con il loro melodioso canto. Si racconta che Partenope, la più famosa tra tutte, abbia tentanto di ammaliare Ulisse al suo passaggio fallendo miseramente. Il dispiacere fu tale che la sirena si lasciò morire sull’isolotto di Megaride, su cui sorge il Castel dell’Ovo.

 

4 – Il Munaciello

Il Munaciello si diverte a nascondersi e a spostare gli oggetti domestici.

Il Munaciello è un folletto avvolto in una cappa e si dice che infesti le case del centro storico della città. Piccolo e dispettoso, di solito impone la sua presenza spostando oggetti e causando danni. Può donare immensa ricchezza a chi si dimostra gentile con lui ma può altresì causare terribili sciagure a chi gli manca di rispetto. A Castellammare di Stabia, un Comune napoletano, gli è stata dedicata una via. Secondo la leggenda, al calar del sole, in questa strada è possibile il folletto, che non esita ad aggredire i malcapitati.

 

3 – Fantasmi

Napoli, una città piena di fantasmi.

Le storie di fantasmi a Napoli sono moltissime ma la più agghiacciante è forse quella che riguarda la sposa sfortunata della Basilica dell’Incoronata del Buonconsiglio. Secondo la leggenda secoli fa una donna, di cui non si conosce il nome, morì esattamente il giorno prima delle sue nozze nella monumentale chiesa non lontana dal Bosco di Capodimonte. Da allora ogni primavera il fantasma della sposa appare seduto sulla scalinata della Basilica, in preda a pianti disperati.

 

2 – Bella ‘mbriana

La Bella ‘mbriana protegge la casa che infesta.

La Bella ‘mbriana protegge le case ed i suoi inquilini. Viene invocata per ricevere consigli e per allontanare gli influssi negativi che penalizzano la famiglia. Spirito benevolo dalle fattezze di una bellissima donna, la Bella ‘mbriana spesso si mostra agli esseri umani sotto-forma di farfalla o di geco. Viene considerata l’antagonista del Munaciello e per entrare nelle sue simpatie bisogna riservarle un posto a tavola. Questa leggenda è diffusa sopratutto nel centro storico napoletano.

 

1 – Vampiri

Secondo un recente studio Dracula dimorerebbe a Napoli.

A Napoli non mancano neppure i vampiri. Un recente studio condotto dall’università di Tallinn ha rilevato che la principessa Maria Blasa fu accolta a Napoli nel lontano 1469 da Ferdinando d’Aragona. La principessa, fuggita dalle persecuzioni turche, era la figlia di Vlad Tepe, il conte Dracula. Secondo la squadra universitaria estone il noto vampiro seguì la figlia e fu sepolto proprio a Napoli, in un chiostro in Piazza Santa Maria La Nuova.

Ads

Cosa ne pensi?

Scrivilo in un commento