Vuoi metterti in forma con la pizza fritta?

Vuoi metterti in forma con la pizza fritta?

Ads

La pizza fritta è il tuo street food preferito? Cerchi una soluzione per rimanere in forma mangiando questo piatto tipico napoletano? Questa guida è perfetta per te.

 

La pizza fritta di Zia Esterina Sorbillo

Ecco i quattro vantaggi che puoi ottenere seguendo questa guida:

  • sostituire il tapis roulant passeggiando per le strade di Napoli;
  • godere del sapore unico della pizza fritta e bruciare velocemente le calorie;
  • rispettare i tuoi obiettivi di fitness;
  • visitare gratuitamente Napoli e scoprire meravigliosi angoli segreti della città.

Questo significa che un percorso turistico a piedi è:

  • un modo divertente per vivere lo stile di vita napoletano;
  • una splendida  opportunità per ascoltare e imparare uno dei dialetti più famosi del mondo;
  • una rara occasione per emozionarti con le affascinanti viste panoramiche di Napoli.

 

Sono certa che, se stai leggendo questa guida, è perché sei d’accordo con me che c’è una grande differenza tra una comune turista e una donna sportiva che ama il buon cibo. In fondo, quando siamo vacanza, abbiamo bisogno di rilassarci e gustare ogni prelibatezza pur continuando ad avere una buona forma fisica; quindi, se l’idea della scoperta di una nuova città ti fa immaginare un paradiso abitato da piatti tradizionali e percorsi brucia calorie, niente paura: Napoli è il posto giusto.

Detto ciò, che cosa è esattamente la pizza fritta? È un piatto tipico di cui i napoletani vanno fieri. Si prepara con l’impasto della classica pizza e prevede un ripieno di pomodoro, mozzarella o provola, pepe, prosciutto e cicoli, più comunemente noti come ciccioli.

Il posto perfetto per mangiare un’ottima pizza fritta è la pizzeria di Gino Sorbillo, situata in differenti punti della città per soddisfare sia i desideri dei turisti che preferiscono lo street food e sia quelli che vogliono stare seduti a tavola.

Se il tuo percorso a piedi inizia da Piazza Trieste e Trento, puoi stuzzicare il palato con la pizza fritta di Zia Esterina Sorbillo; viceversa, se stai passeggiando per via dei Tribunali o sul lungo mare di via Caracciolo, puoi pranzare comodamente a tavola.

 

Come bruciare le calorie della pizza fritta

Camminare a piedi è una soluzione innovativa per visitare Napoli in modo indipendente e per bruciare le calorie. Per questo, ho intitolato questo percorso Pizza fritta’s body shape tour. Sei pronta?

Innanzitutto, se hai pochi giorni o un solo week end per esplorare le meraviglie di Napoli, la scelta più giusta è optare per la pizza fritta a Piazza Trieste e Trento.

Gusta il tuo street food preferito con tutto l’amore e non badare alle calorie perché con questo tour metterai alla prova le tue abilità per mantenerti in forma. In un paio d’ore, poco più poco meno, luoghi insoliti e affascinanti riempiranno il tuo cuore, la galleria fotografica del tuo smartphone con nuovi selfie e qualche simpatica condivisione sui tuoi profili social. A questo punto, è fondamentale conoscere le tappe di questo percorso brucia calorie:

 

Piazza Trieste e Trento

Piazza Trieste e Trento

Piazza Trieste e Trento/via Santa Caterina da Siena

A Piazza Trieste e Trento, proprio di fronte a te, puoi ammirare la famosa Fontana del Carciofo, mentre sulla destra trovi qualche panchina dove riposarti alcuni minuti prima di iniziare il tuo percorso. Quando sei pronta, imbocca la direzione di Piazza del Plebiscito per vedere:

  • il Palazzo Reale;
  • la Chiesa di San Francesco di Paola;
  • Piazzetta Carolina.

Torna a Piazza Trieste e Trento e gira a sinistra verso via Chiaia, la strada dello shopping dove puoi trovare:

  • abiti;
  • souvenir;
  • gastronomia;
  • qualche artista di strada che suona, canta o compie numeri di magia.

Quando sarai a pochi metri dal Ponte di Chiaia, gira a sinistra verso i gradoni di Chiaia, una strada in salita con     una grande scalinata perfetta per tonificare gambe e glutei gratuitamente. Prosegui fino a raggiungere via Santa Caterina da Siena.

 

Corso Vittorio Emanuele/Pedamentina

da Via Santa Caterina da Siena raggiungi il Corso Vittorio Emanuele e, proseguendo verso destra, troverai:

  • l’Università Suor Orsola Benincasa;
  • la Chiesa di Santa Lucia;
  • una prima vista panoramica di Napoli.

Prosegui ancora per qualche minuto e sulla sinistra troverai le scale della Pedamentina.

 

La Pedamentina di San Martino 

Vista della Pedamentina

La Pedametina di San Martino è un antico sentiero costruito nel XIV secolo dall’architetto Tino di Camaino per proteggere Castel Sant’Elmo. Passo dopo passo, arrampicandoti per i 414 gradini ti tieni in forma mentre ti godi la vista dei diversi punti di Napoli.

L’ultimo gradino ti condurrà verso San Martino, in zona Vomero, portando la magia nei tuoi occhi e nella tua anima con il meraviglioso panorama, che ti farà rilassare divertendoti a riconoscere i principali luoghi della città.

Se sei giunta alla fine di questo articolo significa che abbiamo qualcosa in comune: uno stile di vita sano e l’amore per il buon cibo. Ogni giorno cammino e faccio esercizio fisico e, soprattutto quando mi trasformo in una turista, provo a bilanciare piatti deliziosi, calorie e movimento.

Concludo proponendoti le sei cose di cui hai bisogno per il Pizza Fritta’s body shape tour:

  • scarpe comode;
  • una bottiglia d’acqua;
  • protezione solare e occhiali da sole;
  • un cappellino;
  • salviettine imbevute;
  • un contapassi.

Ads

Cosa ne pensi?

Scrivilo in un commento