Spiagge Posillipo: un magnifico panorama di Napoli vista dall'alto

Dalla collina del Vomero, lungo la strada che collega via Aniello Falcone a via Petrarca, si giunge, attraverso una rampa davvero molto lunga chiamata "Tredici scese di S.Antonio", ad uno dei panorami più belli dell'intera città: quello della collina di Posillipo.

Qui sono visibili tutte le splendidi insenature che costeggiano quella che è la zona 'altolocata della città: attraverso insenature, parchi sommersi, stabilimenti balneari e piccoli lidi, infatti, il meraviglioso quartiere di Pausllipon offre tantissime opportunità per l'estate (e non solo). Vediamo quali sono. 

Spiagge Posillipo: il Parco Sommerso di Gaiola

L'area marina protetta situata lungo la costa di Posillipo e che si estende a pochi metri dalla Baia di Trentaremi, prende il nome di Parco Sommerso della Gaiola. Questo perché si tratta, in realtà, di una vera e propria area archeologica sommersa che, in qualche modo, prende il nome dai due isolotti della Gaiola,  che rappresentano uno scenario paradisiaco in tutto il Golfo di Napoli.

La sua caratteristica di area protetta, infatti, fa sì che in essa si fondano elementi vulcanologici, archeologici e biologici. Pertanto, sul suo meraviglioso fondale (che si tinge di maestose tonalità tra il verde e l'azzurro) è possibile rinvenire numerosi resti e reperti archeologici, tra cui i resti della Villa Imperiale di Pausilypon che, in seguito divenne residenza imperiale di Augusto.

Tra le varie attività che il luogo offre, c'è la possibilità di fare dei divertenti "acqua tour" in barca, oppure dedicarsi allo snorkeling, al diving o, addirittura, al kayak. 

Spiagge Posillipo: la Baia delle Rocce Verdi

L'incantevole Baia delle Rocce Verdi è una delle spiagge più tranquille di Posillipo, dove è possibile rilassarsi immersi in un panorama fatto di acque cristalline e di una suggestiva struttura tufacea. Appartenente a Villa Fattorusso (una esclusiva location per ricevimenti), il complesso è dotato anche di due piscine fatte proprio con acqua di mare: una per bambini ed una per adulti; di una zona giardino  ed una terrazza con l'area ristorazione. 

L'ingresso al lido è a pagamento.

Spiagge Posillipo: la spiaggia quasi segreta di Riva Fiorita

Per raggiungere la spiaggia di Riva Fiorita, è possibile affittare una barca o, in alternativa, attraversare una discesa che va da via Ferdinando Russo fino al mare, in quanto si tratta di una suggestiva e piccola insenatura balneare, non di facile portata.

La sua posizione, a tutti gli effetti quasi 'segreta', è in un certo qual modo strategica: essa, infatti, è circondata da palazzi e ville e da una serie di scogli protesi nell'acqua, tale da rendere la vostra giornata di relax piacevole e tranquilla. Alle sue spalle, l'ubicazione di uno dei più noti ristoranti partenopei: "Giuseppone a Mare" .

Spiagge Posillipo: il mare azzurro-verde della Spiaggia delle Monache

La  Spiaggia delle Monache è una piccolissima area libera, situata tra Mergellina e Posillipo, circondata da suggestive scogliere. Come Riva Fiorita, anche quest'ultima è raggiungibile tramite imbarcazione, e più precisamente dal famoso Lido Sirena, dove c'è un percorso apposito che conduce alla spiaggia libera.

Caratteristica di quest'area è il mare limpido e di colore azzurro-verde, che ha poco da invidiare a spiagge oltreoceano.

Spiagge Posillipo: in barca verso lo Scoglione di Marechiaro

Da Calata Ponticello a Marechiaro, il piccolo borgo di pescatori di Posillipo, è possibile raggiungere il celebre scoglione (ossia una grande scogliera libera situata proprio a Marechiaro) grazie ad un servizio di trasporto effettuato dagli storici barcaioli di Marechiaro.

Grazie a questo servizio, è possibile raggiungere il fantastico scoglione dove poter sostare ed immergersi nelle acque incontaminate di questa splendida location. è consigliabile arrivare presto la mattina per poter posizionarsi proprio in prossimità del mare. 

Spiagge Posillipo: dalla Gaiola alla Baia di Trentaremi

Nell'area marina protetta della Gaiola è possibile trovare anche un'altra zona molto suggestiva: la Baia di Trentaremi, una caratteristica baia i cui promontori sono ricche testimonianze del passato della città, come l'imponente anfiteatro imperiale, fatto costruire da Publio Vedio Pollione.

L'area è completamente balneabile e rappresenta uno dei punti naturalistici più importanti del Golfo.