Museo delle scienze naturali e museo delle scienze fisiche in un solo centro

Il Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche è un importante polo scientifico e culturale che fa parte dell'Università degli Studi di Napoli Federico II.
Fu fondato nel 1992 e custodisce più di 150.000 reperti, raccolti a partire dal Settecento.

Il Centro comprende cinque musei: il Real Museo Mineralogico, il Museo Zoologico, il Museo di Antropologia, il Museo di Paleontologia e il Museo di Fisica.

I musei sono ubicati nel Complesso del San Salvatore (nell'antico Collegio dei Gesuiti), ad eccezione del Museo di Paleontologia che si trova nel Complesso di San Marcellino e Festo.

La collezione Real Museo Mineralogico di Napoli

Il Real Museo Mineralogico fu fondato nel 1801 da Ferdinando IV di Borbone e nel 1845 fu sede del VII Congresso degli Scienziati Italiani.

Il Museo custodisce una ricca collezione composta da più di 30.000 reperti, tra cui: i minerali raccolti alla fine del Settecento, la Collezione Grandi Cristalli (in particolare, una coppia di quarzo ialino proveniente dal Madagascar, regalata a Carlo III di Borbone nel 1740), la Collezione Vesuviana e la Collezione Tufi Campani (di cui fanno parte minerali unici), la Collezione dei Cristalli Artificiali (minerali sintetizzati in laboratorio dallo scienziato Arcangelo Scacchi), una collezione di meteoriti e gli strumenti scientifici.

Il Museo Zoologico di Napoli

Fondato nel 1813 da Gioacchino Murat, permette al visitatore l'osservazione di molte specie animali.

Il museo espone la Collezione dei Vertebrati, con mammiferi e uccelli, tra cui la colomba dell'isola Norfolk, le scimmie del Sud America, la foca monaca, il piccolo cervo di Kulion e la tigre siberiana. La collezione include anche lo scheletro di una balena franca boreale e quello di un elefante, donato al re Carlo di Borbone.

Altre raccolte presenti sono la Collezione Malacologica, dedicata a moltissime specie del Mar Mediterraneo tra cui i molluschi (come la patella ferruginea) e la Collezione Costa, con insetti italiani ed esotici.

Il Museo di Antropologia

Il Museo di Antropologia fu istituito nel 1881 dall'antropologo Giustiniano Nicolucci e con l'appoggio di Francesco De Sanctis (ministro dell'istruzione di quel periodo).

Espone collezioni dedicate alla preistoria delle popolazioni del Sud Italia e reperti preistorici provenienti dall'Europa, dalle Americhe, dal Nord Africa e dall'Asia occidentale. Degne di nota sono la Raccolta Craniologica di Nicolucci e la Mummia Boliviana del Settecento. Qui sono custoditi anche i reperti provenienti dallo scavo di Troia.

Il museo comprende inoltre materiali etnografici (principalmente armi e oggetti) dell'Africa orientale ed equatoriale, della Nuova Zelanda, delle isole Andàmane e dell'isola di Palawan.

Il Museo di Paleontologia di Napoli

Nacque nel 1932 ed espone ricche raccolte di fossili.

Molto particolare è la collezione dei pesci provenienti dalle zone campane di Giffoni Valle Piana, Castellammare di Stabia e Pietraroja.

Nel museo sono esposti anche scheletri di mammiferi di grandi dimensioni, tra cui quello di un dinosauro proveniente dagli Stati Uniti, risalente a circa 135 milioni di anni fa.

Inoltre sono presenti fossili di vegetali e rettili volanti e marini.

Musei Napoli: un intero museo dedicato alla fisica

Il Museo di Fisica fu fondato da alcuni ricercatori universitari della Federico II di Napoli e custodisce raccolte di strumenti considerati preziosi per la loro unicità.

La Collezione Reale comprende strumenti risalenti al regno di Carlo di Borbone (che diventò re di Napoli nel 1734) e di Ferdinando IV. 

La Collezione del Gabinetto Fisico nacque nel 1812 su richiesta di Gioacchino Murat e annovera tra i suoi reperti una lente obiettiva per cannocchiale creata dallo scienziato Evangelista Torricelli nel 1654.

La Collezione Macedonio Melloni raccoglie strumenti usati o ideati dal fisico Melloni, tra cui un banco ottico e un elettroscopio.

Come arrivare al Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche con i mezzi pubblici

Per arrivare ai musei: Real Museo Mineralogico, Museo Zoologico, Museo di AntropologiaMuseo di Fisica (via Mezzocannone, 8) e al Museo di Paleontologia (largo San Marcellino, 10), prendere la metropolitana Linea 1 e scendere alla fermata “Università”, la linea parte da Piazza Garibaldi.

Inoltre, nei pressi della stazione centrale di Napoli, ci sono diversi autobus che fermano al Corso Umberto I, a pochi passi dal Centro Museale, il più frequente è l'R2.